L’autore

Nato nel secolo scorso a Milano, in un anno carico di rivoluzioni, Marco Barbouth cresce con la passione del cinema che gli scorre nel sangue.

Occupandosi, da sempre, in qualità di educatore e Tutor, di adolescenti, viene infettato irreversibilmente da una malattia senza cura che lo costringe a capire il loro mutevole linguaggio, i modi e costumi.

Durante un’estate soffocante e noiosa scrive la storia di Tommy, che lo appassiona fino al punto di pubblicare in proprio il romanzo, custodendo gelosamente il proseguo della storia.

«Sono certo che, per come l’ho cresciuto, sarà sempre ben accetto nelle case di lettori e lettrici e, magari, verrà portato in vacanza per prendere un po’ di abbronzatura accanto a loro, in riva al mare o in montagna durante una passeggiata.» diceva l’autore ad una simpatica intervistatrice.

Non sarà che si è immerso un po’ troppo nel mondo di Southland Hill?